Oggi voglio raccontarvi la storia di un campione, ma non un campione qualunque, uno di quelli forti sul serio che lo guardi e vorresti poter essere come lui, avere la sua testa, la sua grinta, uno di quelli che solo a guardarlo ti fa venir voglia di allenarti e non fermarti più, uno di quelli con cui sarebbe bello potersi allenare per trovare l’ispirazione e conoscerne l’umiltà…
Beh a me quest’estate è capitato di conoscerlo veramente un campione cosi, e ho avuto la stragrande fortuna di potermi allenare insieme a lui nel suo camp di Muay Thai, la Kombat Group.

Vi sto raccontando la storia di Christian Daghio, di Carpi (Mo),che all’età di 16 anni iniziò a praticare arti marziali, e solo 3 anni dopo decise di specializzarsi nel pugilato e nella muay thai. Il suo primo passo importante Christian lo fece all’età di 22 anni, quando, da solo e senza un soldo in tasca decise di trasferirsi per un anno e mezzo in Bielorussia.
Lì la vita era veramente dura per un ragazzo cosi giovane che sognava di allenarsi e di combattere.
Cinque ore al giorno di allenamenti molto pesanti alla Chinuk Gym di Minsk, tante patate come fonte unica di nutrizione (piatto povero molto tipico della Bielorussia), poche distrazioni e tanta testa.

Così dura che alla fine Christian decise di rientrare in italia e accettò i lavori più umili per potersi mantenere e continuare ad allenarsi.
Fino a quando nel 1993, con un biglietto aereo di sola andata si trasferì in Thailandia alla Phet Rung Rang Gym di Pattaya, dove il suo contratto prevedeva vitto, alloggio e allenamenti più una percentuale sulla borsa dei suoi match. In quei 10 anni Christian comincia a vincere molti titoli importanti in Thailandia e fuori, tra cui il Titolo Mondiale WAKO di Muay Thai, Tepprasit Stadium di Pattaya e campione di Muay Thai della Thailandia solo per citarne alcuni.

Nel 2005 finalmente Christian riesce ad aprire una palestra tutta sua dove continuerà ad allenarsi per i suoi incontri e riuscirà finalmente a realizzare il suo sogno di poter insegnare una “muay thai per tutti”, una scuola dove anche i neofiti di questa disciplina possano sentirsi accolti e seguiti.  

Christian, nel frattempo continuerà a vincere e diventerà giorno dopo giorno il campione che è oggi; un campione con un cuore grande che tutti gli anni partecipa ad un galà di beneficenza dove il ricavato viene devoluto interamente ai bambini orfani di Pattaya.
Anche durante lo Tsunami del 2006 Christian offrì la sua partecipazione al più grande galà di Muay Thai della Thailandia per la raccolta fondi. E un altro grande atto di cuore Christian lo fece dopo il terremoto dell’Emilia, organizzando in prima persona e combattendo lui stesso, un evento di muay thai, devolvendo poi l’intero ricavato in beneficenza.

Christian ad oggi detiene:

  • 7 titoli mondiali di Muay Thai
  • 1 titolo europeo di Muay Thai
  • 1 titolo italiano di Muay Thai
  • 2 titoli asiatici di pugilato
  • 1 titolo internazionale di pugilato

Il grande talento, la grande umiltà e il grande cuore di questo campione fanno si che la palestra che aveva aperto non riesca più a soddisfare le aumentate richieste da parte degli utenti e nel 2014 Christian, insieme a Cristiano Bellini, hanno aperto la sede attuale della KOMBAT GROUP a Huay Yay a sud di Pattaya dove ho avuto il piacere, l’onore e la gioia di potermi allenare per tutto il mese di agosto.

La Struttura è molto accogliente, lo spazio dove ci si allena ha 3 ring di muay thai, uno di pugilato, una gabbia per l’MMA e bjj, un’ampia zona sacchi, un’area funzionale e una piccola zona cardio.
All’interno di questa struttura si possono trovare corsi di muay thai per adulti e bambini, di pugilato, di bjj, di krav maga, di ginnastica funzionale, lezioni private di yoga, muay thai, pugilato,krav maga e bjj; insomma ce n’è veramente per tutti i gusti!

Il mio desiderio era quello di diventare un coach di Muay Thai e grazie al percorso formativo di istruttore della Kombat Group ho realizzato il mio sogno perché dopo aver superato l’esame a Bangkok per la WMO sono un coach di Muay Thai level C ed essendo presenti all’interno della Kombat group anche i percorsi di formazione per il livello B e A tornerò ovviamente i prossimi anni per accedere anche a quelli. (lo stesso percorso formativo è presente anche per il Krav Maga.)

La Kombat Group è una grande famiglia capitanata da Christian Daghio e Cristiano Bellini (che si occupa del Krav maga, del bjj e del funzionale insieme ad un altro trainer) dove sono presenti anche un maestro di muay thai e 5 istruttori, 1 capo istruttore di pugilato e altri 4 trainer, e 1 insegnante di yoga.

L’aria che si respira è bella,è una specie di magia perché si vive insieme tutto il giorno, ci si allena insieme, si mangia, insieme, e ci si raccontano le proprie vite e le proprie storie in caffetteria.
La cosa che mi ha più colpita è vedere Christian che si allenava con noi, in mezzo a noi, nelle nostre classi, come fosse proprio uno di noi…
Il bello di questa famiglia è stato avere i 2 Cris, come alla fine li chiamavo io, sempre lì in mezzo a noi e non sul piedistallo come in genere fanno i proprietari o i campioni.
Ciò che contraddistingue questo camp di muay thai, al di là della bellezza o della grandezza della struttura, delle camere di 3 diverse tipologie che possono ospitare 50 persone, del ristorante con cucina italiana e thailandese, della piscina, del centro massaggi, è che dopo 2 giorni che sei li ti sembra di essere lì da sempre, di conoscere tutti da sempre, e ti ritrovi subito nei loro sorrisi, nella fatica condivisa durante gli allenamenti, nella disponibilità e gentilezza del personale che lavora nell’intera struttura, nelle giornate intere trascorse insieme o in solitudine…

Insomma la Kombat Group ti ruba il cuore, ti rapisce e ti arricchisce di sport, di amicizia, di valori veri e di sentimenti che difficilmente ho trovato in giro nel mondo di oggi.
Grazie alla Kombat Group sono diventata un coach di Muay Thai, un’atleta migliore e ho avuto il privilegio di conoscere e di vivere con persone con un cuore immenso.

See you soon guys.

Per info www.kombatgroup.com

Comments

comments

2 commenti su “Christian Daghio: La storia di un campione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *